Ultima modifica: 3 aprile 2018

Alternanza scuola lavoro

Alternanza scuola lavoro

Il nostro Liceo attiva la metodologia di apprendimento attraverso i percorsi di alternanza scuola lavoro in continuità con le numerose esperienza svolte negli anni passati anche in precedenza della legge 107 del 2015.

Il piano di studi della nostra scuola, infatti, include laboratori e progettazione delle discipline di indirizzo la cui didattica ben si coniuga con collaborazioni verso i soggetti del territorio.

Per ragioni organizzative e di risorse umane ed economiche disponibili, e per i limiti che la legge ci impone nel tipo di spese finanziabili con i fondi ministeriali, ogni docente tutor ha scelto, di concerto al consiglio di classe, dei moduli di attività coerenti con le linee generali, aprendo l’offerta formativa di norma a tutta la classe, ma anche creando percorsi diversificati per piccoli gruppi di studenti.

La ricchezza di esperienze del passato e i numerosi contatti con ditte ed enti ci permettono di offrire percorsi di svariata natura e perciò, per quanto possibile, la scuola cura anche la diversificazione dei percorsi per meglio adattarli agli interessi ed ai talenti individuali.

Nel corso delle 200 ore di alternanza scuola lavoro del triennio, lo studente potrà raggiungere le competenze individuate dal collegio dei docenti svolgendo uno o più percorsi afferenti ai diversi moduli qui di seguito illustrati.

Di norma si prevedono 70 ore in terza, 70 ore in quarta e 60 ore in quinta, ma è in corso il tentativo di ridurre il numero di ore della classe terminale.

Il percorso della terza classe include il corso base di sicurezza.

Quanto deciso dal nostro Liceo è coerente con le linee guida ministeriali:

http://www.istruzione.it/alternanza/allegati/NORMATIVA%20ASL/GUIDA%20OPERATIVA%20ASL_Versione %206.pdf

http://www.alternanza.miur.gov.it/allegati/2017/Carta-dei-diritti.pdf

e con quanto sancito il 21 dicembre 2017 con il decreto interministeriale 3 novembre 2017 n.

195 “Regolamento recante la Carta dei diritti e dei doveri degli studenti in alternanza scuola-lavoro e le

modalità di applicazione della normativa per la tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro

agli studenti in regime di alternanza scuola-lavoro.”

Tipologie di attività coerenti con il profilo di studi raggruppate in moduli

Modulo orientamento

Attività che afferiscono all’orientamento per il proseguimento degli studi o per l’inserimento nel mondo del lavoro, ivi comprese le attività di analisi dei punti di forza e debolezza, conoscenza dell’offerta formativa del territorio, redazione di curriculum, analisi di posizioni lavorative e percorsi formativi, nonché compilazione questionari e test psico-attitudinali e frequenza di corsi sulla sicurezza sul luogo di lavoro

Modulo aziende e territorio

Attività che includono visite individuali o collettive presso enti, musei, istituzioni, aziende, industrie, negozi e studi professionali che concorrono alla realizzazione del progetto di alternanza scuola lavoro per coerenza con le finalità educative.

Si ricorda che per le finalità educative della nostra scuola le visite a mostre e luoghi d’arte e collaborazioni con spettacoli rientrano nei suddetti moduli a pieno titolo purché siano integrati coerentemente nel percorso.

Approfondimento e progettualità

Attività svolte a scuola con la presenza dei docenti dell’istituzione scolastica con o senza eventuali esperti esterni.

Attività che sviluppano progetti specificatamente attinenti alle realtà lavorative del territorio con cui la scuola ha intrapreso un percorso di alternanza scuola-lavoro ma che si svolgono in sede scolastica come preparazione o seguente rielaborazione del lavoro concordato.

Percorsi di impresa formativa simulata o di avvio all’imprenditorialità come Impresa in Azione o similari

Laboratorio aziendale

Stage, tirocini e ogni pur breve attività che lo studente compie in azienda, o su commissione della stessa, che non si svolge presso la scuola, ma presso la sede aziendale o comunque in luogo da essa concordato e specificato nel patto formativo.

La scuola accoglie con favore tutte le proposte di collaborazione delle famiglie, degli enti, istituzioni, aziende e studi professionali riservandosi, come è ovvio, la facoltà di integrarle nelle attività scuola-lavoro se ritenute proficue all’apprendimento delle competenze individuate.

La valutazione dei percorsi tiene conto delle considerazioni dell’eventuale tutor aziendale, dove presente, ma è a totale e insindacabile giudizio della scuola.

E’ massima cura dei docenti, del tutor e della Dirigente, vigilare sulle attività svolte in modo che le esperienze siano centrate sui bisogni educativi degli studenti

Descrizione dei percorsi di Alternanza scuola lavoro

I percorsi possono essere

  • di classe (rivolti a tutti gli studenti di una o più classi)
  • trasversali (rivolti a gruppi di studenti provenienti da classi diverse)
  • individuali (specifici per valorizzare esigenze e talenti specifici)Sono pianificati dal tutor scolastico e concordati con il CdC e possono includere convenzioni con una o più aziende e ora da svolgere in sede aziendale, in visite d’istruzione o a scuola_______________________________________________________________________________________Percorso di Alternanza Scuola Lavoro:TitoloNumero di ore in classe
    Numero di ore in azienda o di lavoro individuale
    (Il totale deve essere di circa 70 in terza, circa 70-80 in quarta circa 60 in quinta) Convenzioni attivate con:
    (inserire i nomi delle ditte con cui avete stipulato convenzioni)
    Attività:
    Corso sicurezza (14 ore scuola) per tutte le terze
    Inserire tutte le attività svolte nei vari moduli del percorso
    Obiettivi generali
  1. COMUNICARE
  2. COLLABORARE E PARTECIPARE
  3. AGIRE IN MODO AUTONOMO E RESPONSABILE

Obiettivi specifici

(Inserire gli obiettivi calibrati rispetto alle decisioni del consiglio di classe e al tipo di attività svolte)

Per esempio.

Conoscere alcuni aspetti del contesto socio economico del territorio Saper acquisire informazioni e comunicarle in contesti pubblici Relazionarsi ai tutor aziendali per acquisire informazioni
Rispettare tempi e impegni e lavorare in autonomia

Elaborare le informazioni in modo da produrre un elaborato coerente con le richieste e i vincoli Relazionarsi positivamente con gli altri e comunicare efficacemente
Modalità di valutazione
Osservazione del tutor scolastico della qualità della partecipazione al percorso (per la parte svolta a scuola) Punteggio di valutazione dell’elaborato da parte del tutor aziendale o della giuria(concorso)

Scheda di valutazione da parte del tutor aziendale (per gli stage)

Destinatari:

(Si consiglia ai tutor di classe di prevedere percorsi destinati a tutta la classe, al cui interno saranno ripartite le diverse attività)

⋄Individuale /⋄Gruppo di una classe /⋄Intera classe /Trasversale (alunni di più classi)
Tabella riassuntiva da compilare dal TUTOR per il monitoraggio interno e da caricare – a cura della referente e della segreteria- sul portale SIDI
(Inserire i nomi degli studenti della classe con i dati dei singoli alunni specificando il nome dell’attività e dell’azienda dove sono state svolte le ore)

Classe

Cognome e nome

Ore scuola

Ore azienda

Valutazione

_______________________________________________________________________________________

PON 3781 – FSE:

Nel Luglio 2017 è stato presentato il progetto PON 3781 del 05/04/2017 – FSE – Potenziamento dei percorsi di alternanza scuola-lavoro che ha superato la selezione ed è pertanto oggetto di finanziamento e per la sotto-azione 10.2.5B di € 37.390,50 e per la sotto-azione 10.2.5A di € 20.169,00.

La comunicazione dell’avvenuta selezione è del 5/1/2018 e pertanto potranno essere svolte alcune attività previste dal progetto a partire da gennaio 2018 e con termine 31/08/18

Monte ore generale e individuale

La scuola garantisce un’offerta di PASL flessibile e personalizzabile entro i limiti delle possibilità organizzative e delle risorse disponibili, potrà pertanto accadere che a fronte di assenze degli studenti o di indisponibilità degli stessi a partecipare ad iniziative organizzate e proposte, la quantità di ore svolte dal singolo studente relative al PASL non arrivi al monte ore totale (200) fermo restando l’impegno della scuola ad offrire per tutte le classi del triennio un’offerta formativa che preveda il suddetto modulo di 200 ore completo e ad attuare tutte le forme di tutela possibili per la realizzazione di buoni PASL ben fruibili da tutti.

Sulla ammissibilità del numero di assenze si fa riferimento alle linee guida di cui si riporta uno stralcio:

“Per quanto riguarda la frequenza dello studente alle attività di alternanza, nelle more dell’emanazione della “Carta dei diritti e dei doveri degli studenti in alternanza scuola-lavoro, concernente i diritti e i doveri degli studenti della scuola secondaria di secondo grado impegnati nei percorsi di formazione di cui all’articolo 4 della legge 28 marzo 2003, n.53, come definiti al decreto legislativo 15 aprile 2005, n.77” 37, ai fini della validità del percorso di alternanza è necessaria la frequenza di almeno tre quarti del monte ore previsto dal progetto.”

Alcuni studenti, particolarmente attivi ed intraprendenti potranno svolgere un numero maggiore di percorsi anche superando il monte orario previsto dalla scuola per l’intera classe. Anche questa forma di flessibilità è subordinata alla progettazione e pianificazione del CdC.

Casi particolari
iscrizione di uno studente proveniente da altro istituto:

Poiché all’atto della valutazione di ammissibilità dello studente nel percorso scolastico del nostro liceo, sono valutati i titoli didattici precedenti con conseguente richiesta di eventuale sostenimento di esami integrativi e/o di idoneità, la scuola si riserva di valutare anche il percorso di ASL svolto dallo studente e pertanto potrà:

1\chiedere di integrare il monte ore svolto per raggiungere le competenze attese nell’a.s. di riferimento

2\valutare come adeguato il percorso formativo già svolto accogliendo con flessibilità tutte quelle esperienze scolastiche ed extrascolastiche che sono pertinenti al conseguimento delle competenze attese nell’a.s. di riferimento.

Iscrizione di uno studente che ha svolto un anno scolastico all’estero:

considerato quando sopra, e valutato il pronunciamento ministeriale a specifica domanda, si ritiene che lo svolgimento di un anno all’estero e comunque di un periodo non inferiore ai 6 mesi, sia di per sé un’attività che concorre alla formazione di competenze utili al collegamento con il mondo del lavoro. Quantunque

espletato in una organizzazione scolastica, le situazioni che lo studente all’estero si trova ad affrontare lo pongono di fronte a sfide linguistiche, culturali e di flessibilità che sono pienamente accolte come valide per il raggiungimento delle competenze trasversali valutabili attraverso i Percorsi di Alternanza Scuola Lavoro.

Percorsi per sportivi

In considerazione delle vocazioni sportive di particolare pregio che impegnano gli studenti a livello regionale o superiore si prevede un percorso sportivo così attestato e valutato:

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE

  • Affiliazione della società di appartenenza al CONI – UIPS – CSI – e altre associazioni a carattere nazionale.
  • Tesseramento federale dello studente per detta società per l’anno sportivo in corso.
  • Calendario delle gare per l’anno sportivo in corso
  • Dichiarazione della società indicante il numero di allenamenti settimanali e la tipologia di gare chel’atleta svolgerà nell’anno sportivo. CARATTERISTICHE DELL’ATTIVITÀ SVOLTA DALLO STUDENTE:
  • La disciplina sportiva dovrà essere praticata in continuità per tutto l’anno sportivo indicato.
  • Il numero di allenamenti dovrà essere di almeno tre sedute settimanali.
  • Il numero di gare a cui l’atleta dovrà partecipare non è determinante, bensì lo sarà la categoria chedovrà essere almeno di tipo regionale.Al termine dell’anno scolastico lo studente dovrà presentare una certificazione della società nella quale sarà dichiarato che l’atleta ha svolto almeno 80 ore di allenamento per l’anno sportivo in corso.Percorsi per studenti in situazione di difficoltà.La normativa vigente demanda all’istituzione scolastica la valutazione della possibilità di creare percorsi di alternanza scuola lavoro per studenti con gradi di disabilità compatibili con l’inserimento nel mondo del lavoro.Dove è possibile lo studente si inserirà nei percorsi rivolti a tutta la classe, mentre in casi particolari gli insegnanti potranno concordare con la famiglia attività adatte caso per caso.In ogni modo la scuola non ritiene necessario il raggiungimento del monte ore di 200 nel triennio e rimanda al PEI la determinazione delle modalità di svolgimento dei percorsi personalizzati.

icona relativa a documento con estensione pdfLegge n.107/2015 (guida operativa)

 
Nella tabella seguente sono indicati i docenti referenti che hanno il compito di organizzare e coordinare
l´attività di alternanza scuola-lavoro all´interno del nostro Liceo.

TUTOR alternanza scuola lavoro 2017-2018 – sede di PISA

3A Design

Salvadori

3A Grafica

Ristori

4A Design

Salvadori

5A Design

Salvadori

5A Grafica

Filippi

3B Grafica

Gamberucci

4B Grafica

Filippi

5B Grafica

Catassi

3C Arti figurative

T omasi

4C Arti figurative

Maccioni

5C Arti figurative

Mezzetti

3D Architettura

Scattolin

4D Architettura

Bertini

5D Architettura

Bertini

5D Arti figurative

Marinai

4E Arti figurative

Mezzetti

3A grafica/arti figur. SERALE

Braccini Wolkenstein/Lo Faro

4A grafica/arti figur. SERALE

Braccini Wolkenstein / Lo Faro

5A Arti Figurative SERALE

Braccini Wolkenstein / Lo Faro




Link vai su